lunedì 23 dicembre 2013

Dolcetti speziati ai datteri e al sesamo


E' quasi Natale e dicembre come al solito è un mese intenso: la chiusura anno ci obbliga a lavorare più del solito, ma i giorni lavorativi sono decisamente meno.
Sono stanca e faccio molta fatica a sentire l'atmosfera natalizia, ma oggi a Messa ho capito una cosa: il Natale deve essere innanzi tutto dentro di noi. Decorazioni, presepi, alberi e luminarie sono solo vuoti orpelli se l'attesa per la nascita del Bimbo Gesù non è nel nostro cuore.
Perché Gesù nasce lo stesso, nasce ogni anno da più di 2000 anni, si fa carne e viene sulla Terra a condividere la nostra vita, la nostra pochezza, le nostre miserie e le nostre difficoltà, ma ciò che fa la differenza per me è che io Lo attenda. Rivivo allora la trepidante attesa per la nascita dei miei nipotini, con tutte le domande, le aspettative, le gioie e i timori che hanno accompagnato questi due grandi eventi della mia vita, e cerco di applicarle alla venuta di Gesù Salvatore, che si fa bambino nascendo in povertà e al freddo, per venire incontro a me e dare dignità al mio niente.
Image from here
Allora il mio augurio di Natale per tutti voi è lo stesso che faccio a me stessa: che attendiate la nascita del Bambino Gesù, che vi lasciate intenerire e afferrare da questa Presenza piccola, fragile ma misteriosamente forte e potente. Una Presenza che chiede di essere maneggiata con cura, come un bambino; che chiede di essere nutrita, curata, coccolata, scaldata, contemplata ed amata; una presenza concreta che ci chiede di alzarci la notte quando urla disperata, per ascoltare ciò che ci domanda in un tono misteriosamente imperioso e implorante allo stesso tempo. Una Presenza che richiede attenzioni e cure costanti per poter crescere sana e forte e radicarsi nel nostro cuore e nella nostra vita, accompagnandoci in ogni passo del cammino e convertendo il nostro cuore con la semplicità e la pienezza del sorriso di un bimbo.

BUON NATALE.




SPICED DATE AND SESAME CRUNCHIES - Dolcetti speziati ai datteri e al sesamo
Da: Delia Smith - Delia's Cakes - Hodder

Per circa 18 dolcetti

225 g datteri denocciolati
175 g semolino
175 g farina autolievitante*
175 g burro + altro per la teglia
75 g zucchero Demerara
2 cucchiai colmi di semi di sesamo
1 cucchiaio succo di limone
1 cucchiaino raso di cannella in polvere

1 teglia quadrata da cm 20 x 20 (il libro dice 20 x 30, ma queste dimensioni sono eccessive secondo me).

* Per prepararsi in casa la farina autolievitante, fare così: setacciare 3 o 4 volte 500 g di farina 00 con 1 bustina di lievito per dolci, in modo che il lievito si distribuisca uniformemente. Rimettere nel sacchetto o in un barattolo ed etichettare.


Tritare i datteri e metterli in un pentolino insieme all'acqua, al succo di limone e alla cannella. Accendere la fiamma al minimo e cuocere a fuoco dolce, mescolando ogni tanto, fino a quando il composto non diventi facilmente spalmabile. Rimuovere dal fuoco e far raffreddare.

Preriscaldare il forno a 190 °C in modalità statica.

Nel frattempo setacciare insieme in una ciotola capiente farina autolievitante e semolino. Aggiungere il sesamo e mescolare.
Mettere in un pentolino il burro e lo zucchero e porre su fuoco dolce fin quando il burro si sarà sciolto completamente, quindi versare il composto sul mix di farine e semi di sesamo. Mescolare bene per amalgamare il tutto, poi trasferire metà del composto nella teglia ben imburrata, premendo bene con le mani per compattarlo.
Versare il composto di datteri ormai raffreddato sulla base compattata, spalmandolo uniformemente con cura, poi cospargerlo uniformemente con l'altra metà del preparato di farine e burro; premere delicatamente con le mani per compattare anche il secondo strato.

Infornare al centro del forno per circa 30 minuti, o fino a quando la superficie non abbia assunto un bel colore dorato.
Sfornare e far raffreddare, prima di tagliare il dolce in barrette e servirle, o conservarle in una scatola di latta.


8 commenti:

  1. Che nasca in noi qurst'attesa,grazie ė il più bell'augurio di natale che ci potevi fare,un nacione,super anche i dolci,un bacione

    RispondiElimina
  2. Sono super deliziosi...Tantissimi auguri di Buon Natale!!!

    RispondiElimina
  3. Ed accompagnata dalla bontà di Delia che non sbaglia un colpo, io passo da te per abbracciarti virtualmente ed accogliere il tuo augurio, che faccio mio. Buone Feste cara Mapi, nell'attesa di vederti prestissimo. Con tanto affetto. Pat

    RispondiElimina
  4. I datteri. Qui impazzisco per i Medjoul freschi, una poesia vera e propria. Bello questo dolce che dev'essere tradizionale arabo, e vivaddio finalmente una dose di lievito UMANA! mi sa che lo faccio senza zucchero che i datteri ne hanno abbastanza.
    Ma soprattutto buon Natale profumato di felicità!

    RispondiElimina
  5. Sì, Gesù nasce ogni giorno nei nostri cuori, se solo lo vogliamo. Un abbraccio immenso <3

    RispondiElimina
  6. Che bel post, condivido assolutamente la tua riflessione.
    Ti auguro un felicissimo Natale cara Mapi e un fantastico 2014 pieno di cose belle.
    Un abbraccio.
    Mari

    RispondiElimina
  7. Ho fatto un dolce simile qualche anno fa sotto forma di torta per il compleanno di un amico dattero-maniaco.
    Molto natalizio, con tutti questi datteri!
    Buon Natale, Maria Pia... spero che possa essere un periodo sereno e felice

    RispondiElimina
  8. wow deliziosi davvero anche questi dolcetti... ho appena pubblicato il tuo patè è stato un successone, l'ho ripetuto più volte, e ne ho anche provato uno light...grazie !!
    Il Marsala è una genialata!!! Buon anno, di cuore ...

    RispondiElimina

Nella Apple Pie c'è posto per tutti... tranne i maleducati! ;-)